Telecom: invio bolletta cartacea passa a 2 euro dal 01 febbraio 2016

A partire dal 1° febbraio 2016, aumenterà il costo di invio della fattura mensile per i clienti ADSL e Fibra TIM per incentivare l’utilizzo del servizio gratuito di ricezione on line della fattura in formato esclusivamente elettronico.

AI clienti  Telecom/TIM ADSL e Fibra che hanno attiva la domiciliazione bancaria o postale e che abbiano un indirizzo di posta elettronica associata al Servizio (@alice.it o @tim.it), verrà attivato in automatico il servizio di ricezione delle fatture in formato esclusivamente elettronico (Conto Online).
Se non hai registrato un indirizzo email alla tua prima navigazione con TIM puoi attivarlo adesso tramite il link REGISTRATI che trovi all’indirizzo https://mail.alice.it/ collegandoti dalla tua linea ADSL o Fibra.

Con la notifica via email riceverai un avviso che la nuova fattura è disponibile alla visione e stampa nella sezione MyTIM Fisso del sito tim.it . Con l’attivazione di questo servizio non si riceverà più la fattura cartacea e non si sosterranno i relativi costi di invio che passano da 0,52€ a 2,00€.

TIM INVIO FATTURA 2 EURO

Dal 01 febbraio i clienti adsl/fibra che non hanno domiciliazione bancaria e ricevono la fattura cartacea pagheranno 2 euro al mese in più

Sei abbonato ADSL/Fibra e non hai la domiciliazione bancaria attiva ?

Per tutti i clienti che non hanno la domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito dei pagamenti, che non hanno un indirizzo e-mail associato al servizio, o che hanno scelto di non aderire al Conto Online, verrà mantenuto l’invio della fattura cartacea. Per questi clienti sarà addebitato un importo mensile di 2 euro IVA inclusa, comprensivo delle spese di spedizione.

Per eliminare l’invio della fattura cartacea e dei relativi costi, è possibile passare al Conto Online attivando la domiciliazione dei pagamenti e, se non si dispone di un indirizzo di posta elettronica associato al Servizio, richiedendone uno su https://mail.alice.it/ direttamente dalla linea ADSL o Fibra di casa.

L’attivazione del servizio di domiciliazione bancaria su MyTIM Fisso è gratuita e gestibile direttamente online.

Se non hai attivo il servizio di domiciliazione bancaria o postale dei pagamenti devi prima richiederne l’attivazione. A partire dalla seconda fattura successiva all’attivazione della domiciliazione non riceverai più la fattura cartacea e non pagherai alcun costo. Nella fattura precedente il passaggio al Conto Online riceverai un messaggio che ti avviserà che quello è l’ultimo conto cartaceo.




Ho TIM voce

Le novità riguardano solo i clienti con offerte ADSL e Fibra. Per i clienti con offerte solo voce non sono previste variazioni e continuerà l’invio della fattura cartacea al costo di 0,52€.

Puoi comunque richiedere la notivica via email anche se non hai un abbonamento internet, su un qualsiasi indirizzo di posta elettronica, anche non di Telecom .

Aderire al servizio “Conto Online” è molto semplice. Basta avere attivo il servizio di domiciliazione bancaria o postale dei pagamenti e selezionare l’opzione di eliminazione dell’invio cartaceo della fattura dalla sezione MyTIM Fisso . Se non sei registrato, registrati ora. Se invece sei già registrato, accedi al sito con username e password, entra in MyTIM Fisso, vai alla voce di menu – “Il mio profilo” selezionando il sottomenu “Gestione profilo” e cliccando su “modifica” alla voce “Modalità ricezione Conto”. Alla domanda “Vuoi aderire all’opzione di Conto Online che prevede l’eliminazione dell’invio cartaceo della fattura TIM ed alle condizioni contrattuali che regolano tale opzione?” seleziona “Si”. Modificata la scelta, conferma cliccando su “Salva”.

Telecom: invio bolletta cartacea passa a 2 euro dal 01 febbraio 2016 ultima modifica: 2016-01-10T12:10:25+02:00 da FissoaPoco

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.