Acquista su Autoparti.it

Come smettere di pagare il modem TIM

Se hai una linea fissa TIM da prima di dicembre 2018 e hai scelto di usare il loro modem con pagamento rateale (che ti vincola per 48 mesi ed ha un costo fuori mercato) c’è una buona notizia per te.

Da oggi puoi smettere di pagare le rate del modem.

Un comunicato TIM del 30 marzo comunica che la società si è adeguata alla delibera AGCOM n. 348/18/CONS (cosiddetta del modem libero) e, su richiesta del cliente, smetterà di addebitare la rata del modem sulle future fatture.

i punti della comunicazione

  1. Non è automatico devi fare richiesta
  2. Non sarà restituito nulla di quanto già pagato
  3. Saranno abbuonate solo le rate residue
  4. Sembra, ma non è chiaro, che il modem resta comunque in uso del cliente

La comunicazione di TIM

Proposta di adesione ad un’offerta commerciale equivalente a quella attualmente attiva, che non vincola l’utilizzo del modem attraverso l’imputazione in fattura dei relativi costi

Originale a questo link

In ottemperanza all’articolo 5, comma1, lettera a) della delibera AGCom n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali, ai clienti che hanno sottoscritto, in data antecedente al 1 dicembre 2018, un’offerta che prevedeva la vendita abbinata del modem TIM, ed hanno ancora in corso il piano di pagamento rateale del relativo prezzo di acquisto alla data del presente avviso, è riconosciuta la facoltà di aderire gratuitamente ad un’offerta commerciale equivalente, che non vincola l’utilizzo del modem attraverso l’addebito delle rate residue in fattura.

Modem TIM

L’adesione all’offerta commerciale equivalente rispetto a quella attualmente attiva fa venir meno l’addebito in fattura delle rate residue del modem acquistato dal cliente, non comporta alcun onere aggiuntivo per il cliente e non implica modifiche alle vigenti condizioni economiche e contrattuali di fruizione dei servizi attivi sulla linea.

I clienti interessati potranno manifestare la propria volontà di aderire all’offerta commerciale equivalente facendone richiesta, entro il termine del 31 maggio 2020, accedendo all’Area Clienti MyTIM (previa registrazione, se non ancora effettuata) o chiamando il Servizio Clienti 187.

Per i clienti che sceglieranno di non aderire all’offerta commerciale equivalente, resteranno valide le condizioni economiche e contrattuali dell’offerta attualmente in essere, con conseguente prosecuzione dell’obbligo di pagamento delle residue rate del corrispettivo per l’acquisto del modem TIM.

Resta fermo, infine, il diritto di TIM, nei confronti dei clienti che avranno aderito all’offerta commerciale equivalente, di addebitare le rate del modem dovute e/o non pretese, in caso di esito favorevole del contenzioso amministrativo avente ad oggetto la legittimità delle misure imposte con l’articolo 5, comma 1 della delibera AGCom n. 348/18/CONS.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di adesione all’offerta commerciale equivalente è sempre possibile contattare gratuitamente il Servizio Clienti linea fissa 187.

Ho evidenziato che nel caso in cui TIM facesse appello al Consiglio di Stato e vincesse nell’ultimo grado di giudizio tornerebbe ad addebitare le rate del modem in fattura.

Ma intanto meglio chiedere la sospensione del pagamento. Nel caso vincesse in appello si riprendà a pagare le rate senza nessun costo aggiuntivo.

Come smettere di pagare il modem TIM ultima modifica: 2020-03-31T20:05:28+02:00 da FissoaPoco

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.