Come presentare un’istanza di conciliazione web contro il proprio operatore telefonico

Avete problemi con il vostro operatore di telefonia, fisso o mobile, oppure con il fornitore di servizi televisivi a pagamento e proprio non riuscite ad avere la giusta assistenza?

Le fatture sono sbagliate, il canone non è quello concordato, i servizi sono carenti o la connessione proprio non va? La prima cosa è cercare di parlare con l’assistenza e risolvere il problema. Se la risposta dell’assistenza è assente o non soddisfacente, allora si può procedere ad una istanza di conciliazione.

Con l’istanza di conciliazione si chiede che le parti espongano il problema di fronte ad un intermediario neutrale che aiuti a trovare una soluzione soddisfacente per entrambi.

Con i servizi offerti dall’ AGCOM proporre un’istanza di conciliazione è molto facile, non c’è bisogno di assistenza legale e si può fare anche tutto via web.

ConciliaWeb è la piattaforma dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, semplice e interattiva, per la risoluzione delle controversie tra utenti e operatori di telefonia, Internet e Pay Tv.

Bastano pochi click per avviare e partecipare a un procedimento interamente telematico, accessibile da pc, smartphone o tablet, dove e quando vuoi.

La procedura è guidata e molto semplice, basta inserire i dati richiesti e descrivere il proprio problema e le proprie richieste.

concilia web

Prima di tutto occorre scegliere in quale fase siamo, se è il primo tentativo di conciliazione, se in attesa della conciliazione si debba richiedere un provvedimento di urgenza, o se la conciliazione richiesta non è andata a buon fine. In merito a questa indicazione bisogna anche scegliere che tipo di fornitura di servizi stiamo contestando.

concilia web

Si può proporre una conciliazione per un contratto di:

  • telefonia fissa
  • telefonia mobile
  • pay tv
  • fisso e mobile
  • telefonia e pay tv.

Successivamente bisogna distinguere se l’istanza è presentata da una persona fisica o da un’azienda ed indicare un numero telefonico di riferimento, a cui arriverà l’ OPT per la firma digitale.

Dopo bisognerà indicare i riferimenti della controversia. In questa sezione indica tutte le informazioni sulla fornitura, sui disservizi subiti e sull’operatore, aggiungendo una sintetica descrizione dei fatti rilevanti.

concilia web

Bisognerà indicare i dati del contratto (codice cliente), unico dato da procurarsi prima di avviare la richiesta online, l’operatore con cui si è in contenzioso e alcune note brevi per individuare il problema.

Se sono già stati aperti dei reclami devono essere indicati nella pagina successiva, indicando gli estremi e nel caso di reclamo scritto si può allegare una copia delle comunicazioni avvenute.

Si prosegue con le proprie richieste all’Operatore, indicando anche un importo di indennizzo che si ritiene congruo.

concilia web

Aggiungi la documentazione che ritieni opportuno inserire nel fascicolo. Puoi caricare documenti in formato pdf o immagini in formato jpg

Per firmare e validare la tua istanza clicca su genera OTP e inserisci il codice che riceverai via email e SMS.

A questo punto la tua istanza di conciliazione è stata presentata.

La procedura telematica prevede che nei primi 20 giorni dalla presentazione dell’istanza telematica, le parti abbiano la possibilità di dialogare tramite la piattaforma per scambiare eventuali proposte di accordo. Questa negoziazione diretta non è obbligatoria. Trascorsi i 20 giorni, o non appena una delle parti si rifiuti di proseguire nella negoziazione, è possibile procedere con la conciliazione.

Quali tipi di conciliazione sono possibili tramite la piattaforma ConciliaWeb?

La conciliazione semplificata, prevista per alcune materie:

  • Addebiti per traffico in Roaming europeo e internazionale;
  • Addebiti per servizi a sovrapprezzo;
  • Attivazione di servizi non richiesti;
  • Restituzione del credito residuo;
  • Restituzione del deposito cauzionale;
  • Errato o omesso inserimento dei dati negli elenchi pubblici;
  • Spese relative al recesso o al trasferimento dell’utenza ad altro operatore;
  • Omessa o ritardata cessazione del servizio a seguito di disdetta o recesso.

In questo caso il conciliatore del Corecom interverrà nello scambio formulando delle proposte.

La conciliazione in udienza, alla quale si potrà partecipare accedendo alla stanza virtuale in videoconferenza, cliccando sul link comunicato via mail e presente nel fascicolo elettronico vedrà invece le parti confrontarsi in un contraddittorio in tempo reale.

La data dell’udienza stabilita da conciliaweb può essere spostata per reali esigenze personali.

Non partecipare alla video-conciliazione online equivale a archiviare l’istanza.

Come presentare un’istanza di conciliazione web contro il proprio operatore telefonico ultima modifica: 2019-09-05T16:20:17+02:00 da FissoaPoco

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.